CONSULENZA - ASSISTENZA E SICUREZZA INFORMATICA A VICENZA

Cosa è un Penetration Test nella Sicurezza Informatica e come funziona: Una Guida per Tutti

penetration test, cos'è e come funziona spiegazione semplice di allsafeit azienda di assistenza e sicurezza informatica di vicenza e provincia
Tabella dei Contenuti

In un mondo sempre più digitale, la sicurezza informatica è diventata una priorità non solo per le grandi aziende, ma anche per le piccole e medie imprese (PMI).

Tra i vari strumenti disponibili per proteggere le tue reti e dati aziendali, il Penetration Testing, detto anche Pen Test, è uno dei più efficaci.

Ma cosa intendo esattamente quando dico Pen test e come funziona?

In questo articolo ti spiegherò in modo semplice e chiaro cosa sia un Pen Test, come viene eseguito e perché è fondamentale per ogni tipo di azienda, grande o piccola.

Cos’è un Penetration Test?

Il Penetration Testing, abbreviato Pen Test, è un metodo di valutazione della sicurezza di un sistema informatico aziendale, di una rete aziendale o di un’applicazione.

In pratica, si tratta di simulare un attacco informatico per identificare e sfruttare le vulnerabilità del sistema, proprio come farebbe un hacker malintenzionato.

L’obiettivo è trovare le falle di sicurezza nel tuo sistema informatico aziendale, prima che lo faccia qualcuno ( inteso come hacker o pirata informatico ) con intenzioni nocive.


Ma Come Funziona un Pen Test?

attività svolte da allsafeit per un ottimo e vantaggioso penetration test
Attività svolte da allsafeit di Vicenza per un Ottimo e Vantaggioso Penetration Test


Devi sapere che un Pen Test è composto da diverse fasi che permettono di esaminare a fondo la Cyber Security del tuo sistema informatico aziendale.

Ecco una spiegazione dettagliata di ciascuna fase:

I 5 passaggi chiave per la buona riuscita di un Penetration testing

  1. Pianificazione e Raccolta Informazioni: Questa fase iniziale prevede la definizione degli obiettivi del test e la raccolta di tutte le informazioni necessarie sul sistema da esaminare.

    Questo include dettagli tecnici e strategici, come indirizzi IP, domini e architetture di rete. Durante questa fase, i tester e l’azienda definiscono il perimetro del test (cosa verrà testato e cosa no), gli obiettivi specifici (quali dati sono più sensibili) e i limiti (quali tecniche di test sono consentite e quali no).

  2. Scansione: Viene eseguita una scansione per identificare le vulnerabilità esistenti nel tuo sistema.

    Questo può includere la scansione delle porte di rete aperte, l’analisi delle versioni dei software in uso e la ricerca di eventuali vulnerabilità note.

    Ci sono due tipi principali di scansione:

    Scansione passiva: Consiste nel raccogliere informazioni senza interagire direttamente con il sistema bersaglio. Ad esempio, si possono utilizzare database pubblici di vulnerabilità.

    Scansione attiva: Coinvolge l’interazione diretta con il sistema per identificare le porte aperte, i servizi in esecuzione e le versioni dei software.

  3. Accesso: In questa fase, i tester cercano di sfruttare le vulnerabilità individuate per ottenere l’accesso al sistema.

    Questo può comportare l’uso di tecniche di hacking comuni, come l’iniezione di SQL, attacchi di forza bruta, cross-site scripting (XSS) e altre metodologie di attacco.

    L’obiettivo è dimostrare come un hacker potrebbe entrare nel sistema e quali danni potrebbe causare.

  4. Mantenimento dell’Accesso: Una volta ottenuto l’accesso, i tester cercano di mantenere la loro presenza nel sistema il più a lungo possibile, simulando ciò che farebbe un hacker per rubare dati o danneggiare il sistema.

    Questo può includere l’installazione di backdoor o di altri strumenti di persistenza che permettano al tester di tornare nel sistema anche dopo che le vulnerabilità iniziali sono state risolte.

  5. Analisi e Reporting: Infine, viene redatto un rapporto dettagliato che descrive tutte le vulnerabilità trovate, come sono state sfruttate e le conseguenze potenziali.

    Il rapporto include anche raccomandazioni su come risolvere le vulnerabilità identificate.

    Questo documento è fondamentale perché fornisce all’azienda le informazioni necessarie per migliorare la propria sicurezza e prevenire futuri attacchi.

L’Importanza del Vulnerability Assessment


Vulnerability assessment e penetration test: ecco cosa gli unisce

Prima di eseguire un Pen Test, è essenziale effettuare un Vulnerability Assessment (VA), ovvero una valutazione delle vulnerabilità.

Il VA è una sorta di ” controllo di salute ” del sistema che identifica, quantifica e dà priorità alle vulnerabilità, ma senza cercare di sfruttarle come avviene in un Pen Test.

Attenzione però che è importante è indispensabile prima eseguire un VA in quanto un pen test “a secco” potrebbe creare dei disservizi aziendali in fase di esecuzione.

Perché il Vulnerability Assessment è Cruciale prima di un Pen test?

Ecco 3 attività importanti:

  1. Identificazione delle Vulnerabilità: Il VA aiuta a individuare tutte le potenziali falle di sicurezza in modo sistematico.
  2. Prioritizzazione delle Minacce: Fornisce un elenco di vulnerabilità ordinate per livello di gravità, aiutando le aziende a concentrare le risorse su quelle più critiche.
  3. Preparazione per il Pen Test: Un VA ben fatto prepara il terreno per un Pen Test efficace. Senza un VA, un Pen Test può essere disorganizzato e meno efficace.

Pen Testing per Piccole e Medie Imprese, ecco perchè è importante:

Spesso si pensa che solo le grandi aziende abbiano bisogno di un Pen Test, ma questo non è assolutamente vero.

Devi sapere invece, che per le PMI (piccole medie imprese) sono altrettanto, se non di più, a rischio di attacchi informatici.

Un Penetration Testing può aiutare anche le PMI a proteggere i loro dati sensibili e a mantenere la fiducia dei clienti.

Vantaggi per le PMI:

  1. Riduzione del Rischio di Violazione Dati e conseguente protezione: Anche le PMI trattano dati sensibili che devono essere protetti da accessi non autorizzati.
  2. Conformità Normativa: Molte normative richiedono alle aziende di garantire un certo livello di sicurezza informatica. Un Pen Test può aiutare a dimostrare la conformità a questi requisiti.
  3. Fiducia dei Clienti: Mostrare ai clienti che si prendono sul serio la sicurezza informatica può aumentare la fiducia e migliorare la reputazione aziendale.

Conclusione

In sintesi, un Pen Test è uno strumento essenziale per la sicurezza informatica che aiuta a identificare e correggere le vulnerabilità prima che possano essere sfruttate da malintenzionati.

Tuttavia, è fondamentale che sia preceduto da un Vulnerability Assessment per garantire che il Pen Test sia mirato ed efficace.

Sia che si tratti di una grande azienda o di una PMI, investire nella sicurezza informatica è un passo indispensabile per proteggere i propri dati e mantenere la fiducia dei clienti.

La durata di un VA dipende dalla complessità dell’azienda stessa, può durare da un giorno a parecchi giorni a seconda appunto di come è strutturata l’azienda.

Vuoi eseguire un Pen Test per la tua PMI di Vicenza e provincia?

Chiama o scrivi a Simone di Allsafeit ai riferimenti che trovi nella sezione contatti.






Facebook
WhatsApp

RISORSE GRATUITE:

Potrebbe Interessarti anche...

Contatta Ora

Consulenza Gratuita

chiedi info per la tua azienda
Completato 50%

VIDEO GRATIS
Come aiuto le imprese locali ad essere protette dai furti informatici o dalla perdita dei dati aziendali grazie al mio metodo blindato.

Ti invierò il video direttamente al tuo indirizzo email. Inseriscilo qui sotto, fai click sulla casella, e accedi al video.
Completato 50%

VIDEO GRATIS: Come aiuto le Imprese locali ad essere protette dai furti informatici o dalla perdita dei dati aziendali grazie al mio metodo blindato.

Ti invierò il video direttamente al tuo indirizzo email. Inseriscilo qui sotto, fai click sulla casella, e accedi al video.
Call Now Button

Su questo sito utilizziamo strumenti di prima o terza parte che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie di statistica) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.